Sie sind hier: Startseite / Persons / Persons known by name / Franco, Giovanni Battista

Franco, Giovanni Battista

erstellt von Kulawik Veröffentlicht 18.11.2017 11:30, zuletzt verändert: 24.09.2018 14:24

Persons known by name

Franco, Giovanni Battista

  • 1510–1561 / entry in the Dizionario Biografico degli Italiani:
    • 1550: "Nel 1550 il F. affrescò a Roma, insieme con Girolamo Siciolante da Sermoneta, la facciata del palazzo del cardinale Federico Cesi dipingendo l'Allegoria con le armi di papa Giulio III (gli affreschi sono perduti). Sempre al 1550 sono riferibili gli affreschi della cappella Gabrielli in S. Maria sopra Minerva, dove eseguì scene dalla vita della Vergine e Cristo, profeti e sibille, sulla volta, la Resurrezione di Cristo e la Natività, sulle pareti, mentre non esiste più la Crocifissione che era sul muro dell'altare."
    • 1554: "Nel novembre del 1554 il F. è ricordato a Venezia come affittuario di una casa situata in corte del Boter (Hadeln, 1911). Ricevette l'incarico di realizzare la pala con il Battesimo di Cristo per la cappella della famiglia Barbaro in S. Francesco della Vigna (due disegni preliminari si trovano a Edimburgo, presso la National Gallery of Scotland) e, dai frati osservanti, ricevette l'incarico della perduta tavola d'altare con la Madonna e il Bambino tra i ss. Marco e Maddalena per la cappella Foscari della chiesa di S. Giobbe."
    • Antikenstudien: "Non sappiamo se il F. sia riuscito a portare a termine il suo libro di disegni, ma diversi studi dall'antico furono inseriti nella cartella 33 della Biblioteca reale di Torino (inv. 14760), insieme con i fogli di Girolamo da Carpi e di altri autori. Tra i disegni che si trovano in questa cartella, sulla quale è riportato il titolo ottocentesco di Contrafazioni, dovrebbero essere del F.: Il ratto delle Leucippidi, scena tratta da un sarcofago agli Uffizi; Il giudizio di Paride, da un sarcofago a villa Medici; Il torso del Belvedere."
  • maybe the (second) author of the Codex Destailleur B in St. Petersburg (see [Merrill 2016: 235] based on [Lanzarini / Martinis 2015]). The other author may have been Antoine Morillon.
  • 1541–1544: worked together with Pirro Ligorio for the decoration of San Giovanni Decollato in Rom
  • drawings by Franco after antique sarcophagi and statues are in Torino, Melbourne, Milano and Chatsworth (search census.bbaw.de for "Franco")
  • Giorgio Vasari notes that France had recorded in a "great volume" all types of antiquities, in particular decorative and sculptural details.
  • ca. 1550: Franco had returned to the Veneto, where he worked with Palladio for the decoration of Villa Foscari (which remained uncompleted due to his death)
  • according to Fr. Eugen Keller (and Vasari), Franco went to Rome ca. 1547/48 to collect a "gran libro delle statue", presumably for cardinal Cesi, for whom he worked as painter, too. (Cesi provided access to his collections of books and statues to the members of the Accademia.) Franco made at least 47 (or 67) detailed drawings after ancient statues showing them in different perspectives and with damages.
 
Navigation